Sei alla ricerca di un cocktail dall’aspetto giovanile, dal gusto delicato e molto dissetante? Scopriamo insieme come preparare in pochi e semplici passi il Margarita con il Prosecco Rosé.

Alle origini del Margarita: storia e ingredienti

Il Margarita è un cocktail a base di tequila, triple sec e succo di lime. Dalle origini messicani, esso rientra nella categoria di cocktail realizzati con un distillato, un dolcificante e il succo di limone, ovvero i “sour”. La genesi del nome del Margarita si dice sia da attribuire a Marjorie King, attrice dei primi del novecento. Si narra che la donna, a causa di un’allergia, potesse bere solo tequila. Va altresì detto che tra i diversi aneddoti sull’inventore del Margarita si citano spesso Carlos Herrera e Daniel Negrete. Il primo era solito mischiare tequila bianca con triple sec e succo di limone, il secondo invece utilizzava in parti uguali gli stessi ingredienti, ad esclusione del succo di limone che sostituiva con il succo di lime. Infine, da dieci anni a questa parte (dicembre 2011) il Margarita è entrato di diritto nella lista dei cocktail IBA.

Il Prosecco Rosé e i cocktail: diversi esempi

Il Rosé, in virtù delle sue caratteristiche, può essere impiegato tranquillamente come parte integrante dei cocktail. In primis, si ricorda lo Spritz Rosé: esso nasce come alternativa elegante e deliziosa del long drink alcolico simbolo del rito dell’aperitivo. In aggiunta, si segnala lo Spritz Hugo Rosa, restyling dell’omonimo aperitivo che è emerso prepotentemente negli ultimi anni in Italia come alternativa ai classici drink. Infine, l’accoppiata Prosecco Rosé e Pompelmo rappresenta di sicuro uno dei più eleganti e dissetanti long drink alcolici da aperitivo.

Il Margarita con il Prosecco Rosé: ingredienti e come realizzarlo

Ingredienti:

  • 120 ml di Prosecco Rosé
  • 30 ml di tequila bianca
  • 15 ml di triple sec
  • 2 cucchiai di granita di limone
  • Una fettina di limone
  • Sale q.b
  • Sciroppo di zucchero q.b

Realizzazione in 5 step:

  1. Inumidire il bordo del bicchiere con una fettina di limone;
  2. Decorare con del sale;
  3. Aggiungere 2 cucchiai di granita di limone, 12o ml di Prosecco Rosé, 30 ml di tequila bianca e 15 ml di triple sec;
  4. Mescolare aggiungendo un goccio di sciroppo di zucchero;
  5. Il Margarita Rosé è pronto!

Il Prosecco Rosè: quale scegliere

Si consiglia il Prosecco Rosé Biologico:composto da un blend di uve Glera e Pinot Noir, si caratterizza per il colore rosa tenue e le fini bollicine che gli conferiscono un aspetto gradevole e luminoso. Inoltre, le note floreali di petali di rosa, peonia e il suo bouquet fruttato concedono al prosecco una raffinatezza nell’equilibrio e nei ritorni olfattivi con un gusto avvolgente e delicato.

Prosecco
DOC Rosé Extra Dry

€ 13,90 (spedizione gratuita)

Vino biologico

Staffilo Prosecco DOC Rosé è composto da un blend di uve Glera e Pinot Noir esclusivamente biologiche.

Il colore rosa tenue e le fini bollicine gli conferiscono un aspetto gradevole e luminoso, le note floreali di petali di rosa, peonia e il suo bouquet fruttato una raffinatezza nell’equilibrio e nei ritorni olfattivi con un gusto avvolgente e delicato. Consigliamo di servire il nostro Prosecco DOC Rosé ad una temperatura di circa 6-8° C in abbinamento a crudité di pesce o con gamberoni dell’Adriatico in tempura accompagnati da insalatina di finocchi e arance.